La tua guida professionale, il tuo fornitore ideale! 
  • Approfondimento sezione RISORSE di FerramentaOnline
  • Approfondimento sezione RISORSE di FerramentaOnline
 

Fissaggi e carichi relativi

Risorse - Edilizia
Scritto da FerramentaOnline   
Giovedì 04 Agosto 2005 01:00

I carichi sono le forze che entrano in gioco per il fissaggio di un oggetto.

Le tipologie dei carichi
Non meno importanti delle dimensioni del fondo di ancoraggio sono, per la scelta dei tasselli, le tipologie dei carichi. Tali forze sono caratterizzate da: Dimensione / Direzione / Punto di applicazione. Le forze vengono indicate in daN - decanewton (1 daN = 1kg); i momenti flettenti in Nm (Newton metri - Nm = 0,1 kgm).


FORZE DI ROTTURA, COEFFICIENTI DI SICUREZZA e CARICHI AMMISSIBILI

Forze di rottura e carichi ammissibili Forze di rottura e carichi ammissibili
Forze di rottura e carichi ammissibili Forze di rottura e carichi ammissibili


In questo catalogo sono riportati vari carichi:
a) forze di rottura (valore medio valutato su almeno 5 sperimentazioni singole nel materiale edile intatto). Possibili modi di rottura: rottura del fondo di ancoraggio, estrazione o rottura del fissaggio.
b) forze di rottura caratteristiche (5% frattile, vale a dire che nel 95% di tutti i casi tali forze di rottura vengono raggiunte oppure superate).
c) carichi ammissibili: essi sono carichi di esercizio che sono già comprensivi di un coefficiente di sicurezza corrispondente.

La massima resistenza si verifica quando un ancorante è isolato, ovvero quando un ancorante è sufficientemente lontano dai bordi liberi del manufatto di supporto o da altri tasselli. Viene definita distanza critica (ar) la distanza limite dal bordo libero, che garantisce il massimo delle prestazioni dell'ancorante. Man mano che ci si avvicina al bordo libero, dalla distanza critica in poi, si ha una diminuzione progressiva della resistenza fino ad un limite inferiore definito come distanza critica minima (ar,min) al di sotto della quale si ha la fessurazione del supporto in fase di applicazione della coppia di serraggio. Per installazioni eseguite a distanze dal bordo (d) comprese tra "ar" e "ar,min", il carico ammissibile (Fam) dell'ancorante isolato deve essere portato ad un carico ridotto (Frid) attraverso l'introduzione di un coefficiente di riduzione (Xar), secondo la seguente relazione: Frid = Fam * Xar dove il coefficiente Xar varia in funzione della distanza dal bordo secondo: Xar = d/ar <= 1 dove d è la distanza tra l'asse dell'ancorante e il bordo libero del supporto, compresa tra "ar" e "ar,min".

Nel caso di un ancorante posto in angolo con due distanze dal bordo, d1 e d2, inferiori di "ar", il coefficiente di riduzione viene calcolato per ciascuna delle distanze:
Xar1 = d1 / ar <=1
Xar2 = d2 / ar <=1 Il carico ridotto Frid sarà pertanto:
Frid = Fam * Xar1 * Xar2

GLI ANCORANTI IN GRUPPO
L'interasse (i) tra ancoranti in gruppo, influenza la resistenza del singolo ancorante; analogamente a quanto succede per la distanza dal bordo, esiste una distanza limite detta interasse critico (a), al di sotto della quale si verificano condizioni di fessurazione del supporto in fase di installazione. Per distanze tra "a" e "amin", la diminuzione della caricabilità può essere descritta con la seguente formula: Frid = Fam * Xa dove Frid è il carico ridotto del singolo tassello; Fam è il carico ammissibile del tassello isolato; Xa è il coefficiente di riduzione.

Il coefficiente Xa dipende dall'interasse secondo la formula: Xa = (1 + i/a) * 0.5 <=1 dove "i" è la distanza di installazione compresa tra "a" e "amin".

Nel caso di tasselli in gruppo di quattro, con interasse compreso tra "a" e "amin", si opererà come segue: Frid = Fam * Xa1 * Xa2 dove Xa1 e Xa2 corrispondono ai coefficienti di riduzione relativi ai due interassi, calcolati secondo la precedente formula; il carico ammissibile del gruppo diventa Fg4 * 4

L'ANCORAGGIO IN GRUPPO IN PROSSIMITA' DEL BORDO

A = zona di installazione non possibile
B = zona di installazione con carico ammissibile (Famm)
C = zona di installazione con riduzione del carico ammissibile (Frid)
D = bordo libero


Nel caso di ancoranti in gruppo in prossimità del bordo, il carico ridotto del singolo ancorante si ottiene nel seguente modo: Frid = Fam * Xar1 * Xar2 * Xa1 * Xa2 dove i coefficienti di riduzione vengono valutati, come visto nei punti precedenti, a seconda dei casi. Il carico ammissibile di un gruppo di tasselli sarà dato da: Fgr = Frid * 4 dove Frid è riferito al carico ridotto del singolo ancorante più influenzato dalle condizioni geometriche.

I CARICHI AMMISSIBILI
I carichi ammissibili indicati nelle tabelle degli ancoraggi pesanti accessoriati con viterie di classe 8.8 e classe 5.8 secondo UNI 3740 o altre, valgono per sollecitazioni applicate con qualsiasi direzione (trazione assiale, taglio, tiro inclinato), per distanze dal bordo e tra ancoranti uguali o superiori a quelle critiche ("ar" e "a") e per spessori di supporto (t) superiori o uguali a quelli previsti dalle tabelle stesse. I carichi ammissibili indicati per gli accessori gancio ed occhiolo si riferiscono unicamente all'accessorio stesso e non all'applicazione con l'ancorante. Occorre quindi considerare come carico ammissibile quello che risulta essere il più piccolo tra il valore relativo al tassello con viteria classe 8.8, tenuto conto delle condizioni di installazione, e quello indicato per l'accessorio.

I MOMENTI AMMISSIBILI
Nelle installazioni dove il carico applicato genera un momento flettente, devono essere verificate le seguenti condizioni:

M = T (e + d) + Mes <= Mam dove:
M = Momento flettente
Mes = Momento flettente esterno
T = Forza di taglio
e = Distanza di applicazione della forza T
d = Diametro del tassello
Mam = Momento flettente ammissibile


I momenti ammissibili, espressi in Nm, per la classe 8.8 della viteria impiegata per ciascun ancorante, sono riportati nella seguente tabella:

AncoranteM6M8M10M12M16M20M24
               
GM 5.1 12.5 24.9 43.7 111 221 383
               
SL 5.1 12.5 24.9 43.7 111 221 383
               
TAM 5.1 12.5 24.9 43.7 - - -
               
FHA 5.1 12.5 24.9 43.7 111 - -
               
FZA 5.1 12.5 24.9 43.7 111 - -
               
EA 5.1 12.5 17.8 36.8 111 140.6 -

AncoranteM6M8M10M12M16M20M24M30
                 
GM 3.2 7.8 15.6 27.3 69.4 135 234 -
                 
SL 3.2 7.8 15.6 27.3 69.4 135 234 -
                 
TAM 3.2 7.8 15.6 27.3 - - - 469
                 
RM - 7.8 15.6 27.3 69.4 135 234 -
                 
EA 3.2 7.8 15.6 27.3 69.4 135 - -

AncoranteM6M8M10M12M16M20M24M30
                 
EA 3.8 9.4 16.3 32.7 75.3 90.1 - -
                 
FZA 3.8 9.4 18 33 83 - - -
                 
TAM 3.8 9.4 18.7 32.8 - - - -
                 
SLM 3.8 9.4 18.7 32.8 - - - -
                 
FB 3.0 7.3 14.5 25.4 64.7 - - -
                 
RM - 9.4 18.7 32.8 83.3 162 156 313

AncoranteM6M8M10M12M14M16
             
FA - 12 21.3 35.8 54 -
             
FZA 4.7 9.0 17.5 32.1 - 69



Nota: By Fischer Italia

AddThis Social Bookmark Button
 

Articoli correlati

Cassette per la posta
 
Network
Tenetevi in contatto con FerramentaOnline e condividete i contenuti attraverso le più popolari piattaforme e Social Network.
RSS Feed FerramentaOnline
Canale YouTube ufficiale FerramentaOnline
Garanzie
Competenza, assistenza ed affidabilità. Oltre ad un listino prodotti assolutamente competitivo. Un servizio studiato per chi lavora!
FerramentaOnline Staff
Leggi tutti i Feedback
Le nostre Garanzie
© 1999-2016 | P.Iva 01721210308 | Tutti i componenti, marchi, nomi commerciali o aziendali, presenti o citati all'interno di questo sito appartengono ai rispettivi Proprietari e sono stati utilizzati a scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright. Maggiori informazioni