La tua guida professionale, il tuo fornitore ideale! 
  • Approfondimento sezione RISORSE di FerramentaOnline
  • Approfondimento sezione RISORSE di FerramentaOnline
 

Trattamenti anticorrosione

Risorse - Ferramenta
Scritto da FerramentaOnline   
Sabato 20 Marzo 2004 13:33

Il crescente aumento dei diversi trattamenti superficiali per la ferramenta dei serramenti e le conseguenti argomentazioni sull'anticorrosione, stanno creando sempre più confusione fra gli operatori. Quanto segue per fornirvi maggior informazioni di base sul problema.

1. Cos'è la corrosione?
La ruggine dell'acciaio grezzo
Per corrosione si intende l'attacco e la distruzione di materie prime metalliche per mezzo di agenti chimici o reazioni elettrochimiche con sostanze attive ravvicinate.

Agenti corrosivi [ sostanze attive] sono le sostanze che esistono in situazioni ambientali particolari, le quali con la loro azione causano la corrosione: per esempio, lo spazio atmosferico circostante con o senza inquinamento industriale, salsedine, acqua, terreno, sostanze chimiche. La causa dei diversi tipi di corrosione dipendono dal tipo di materia prima e che agente corrosivo influisce. Si differenziano perciò in corrosioni superficiali, erosioni, forature, per contatto, fessurazioni, per aerazione, corrosioni selettive come screpolature causate da vibrazioni ed oscillazioni.

1.2 Corrosione dell'acciaio grezzo:
La conseguenza degli agenti corrosivi sull'acciaio grezzo è la formazione di fori, ruggine, costituita da ossidi di ferro.

2. Come ridurre l'ossidazione dell'acciaio ?
Anticorrosione

2.1 In generale
La protezione del ferro o dell'acciaio contro l'ossidazione può essere fatta generalmente con:
• Ingrassaggio o stesura di un leggero film rimovibile
• verniciatura con vernici resistenti all'umidità [a base di piombo od olio]
• Copertura con metalli inossidabili [immersione in stagno o bagno di zinco "a caldo"] o il metodo galvanico con nichel, stagno, rame, cromo oppure spruzzare questi metalli per mezzo di una pistola.
• Laminazione di metalli inossidabili di uguale consistenza
• Brunitura, Fosfatizzazione
• Protezione catodica


2.2 Procedimento di protezione alla corrosione della ferramenta e delle viti per serramenti

a] Procedimento galvanico
La protezione della ferramenta e delle viti grezze e' generalmente eseguita con un trattamento superficiale in un bagno galvanico di zinco.
Dopo la zincatura, viene aumentato il livello di protezione per mezzo di un bagno di passivazione. Oltre al deposito di zinco il procedimento galvanico continua con una copertura di altri metalli, come per esempio zinco-nichel o una lega di zinco-acciaio, per aumentare la protezione rispetto alla zincatura standard. La passivazione è generalmente di colore blu [argentato], gialla [tropicalizzato] e in nero


b] Copertura superficiale con polimeri organici
Oltre la protezione catodica è possibile sigillare esternamente gli elementi metallici. Viene generalmente eseguita con un polimero organico dopo la passivazione. Questo film simile ad una vernice, può essere trasparente, e quindi mantenere la colorazione originale del metallo, oppure colorato [nero]. Con insignificanti aumenti di costi è possibile incrementare notevolmente la protezione alla corrosione.

c] Sigillatura superficiale con cere
Un'altra possibilità e' la ceratura, procedimento utilizzato dall'azienda MACO [MAICO], con il quale è possibile in aggiunta alla passivazione [cromatura] uno strato di cera sigillante.
[Indicazioni da: MACO Ober-flächenschutz, Best.Nr. 495107 November 1999]

d] verniciatura catodica per immersione - KTL
KTL è un sistema di rivestimento organico. Il film collegato al catodo è attratto elettroliticamente all'elemento metallico con polo negativo [anodo].

Vantaggi:
• elevata protezione
• esente da metalli pesanti
• uniformità di stesura
• alta resistenza all'attrito
• resistenza ai prodotto chimici
• ecologico


La nostra azienda fornisce per la ferramenta nera [Weidtmann] viti con trattamento KTL.

2.3 Procedimenti di collaudo
Prove alla "nebbia salina" secondo le norme DIN 50 021-SS
La normativa RAL sulla protezione superficiale per le chiusure e la ferramenta indica i seguenti collaudi e resistenza alla corrosione per: Il test della nebbia salina è spesso impiegato per collaudare la resistenza alla corrosione. Una soluzione di acqua e sale viene spruzzata sull'oggetto da testare.
Il clima di prova è simile a quello esistente sulle strade in inverno. Fondamentale in questi test è non incrementare l'effettivo risultato. Un misurazione sulla resistenza nel tempo non è possibile [„Zeschky Oberflächen“- Kundeninformation]. Come è evidenziato nella Tab. 1 risulta che i metalli zincati gialli passivati dello stesso gruppo e la doppia zincatura, hanno un casi' alto grado di protezione alla corrosione, rispetto alla formazione della ruggine, che i metalli blu o neri passivati.

2.4 Spessore dello strato
Lo spessore dello strato di zinco depositato non offre da solo un'adeguata resistenza alla corrosione dei prodotti finiti [viti per ferramenta]. Perciò bisogna garantire che la superficie sia esente da porosità, rigature, o ruvidezza. E' questa prerogativa che consente di mantenere la durata della protezione proporzionale allo spessore. La reale resistenza si fonda sull'interpretazione dell'esperienza acquisita. [Estratto da „Zeschky Oberflächen“– Kundeninformation] Una soluzione rapida media in µm per anno senza passivazione :


• Germania= 1,2
• Zone industriali = 2,0-4,0
• Clima marino= 1,0-2,0
• Clima terrestre= 0,1-1,0

Dati in µm / p.A.


3. Anticorrosione– heicko
I test ottimali non prevedono per ora un valore minimo di resistenza alla corrosione delle viti di fissaggio per serramenti. A gli utilizzatori non esperti in materia, vengono fornite però generalmente delle viti standard con uno spessore di soli 3µ. Queste viti non raggiungono il valore minimo di base del gruppo 1 ! Noi consigliamo per la ferramenta tropicalizzata viti di fissaggio ed autoforanti tropicalizzate con uno spessore di 8µ e zincate blu con uno spessore anch'esso di 8µ e in aggiunta un strato di sigillatura [vedi Tab. 3]. Le viti heicko zincate blu passivate, con un trattamento superficiale organico, raggiungono i valori della tabella 4. La protezione alla corrosione perciò va' oltre la normativa richiesta per il gruppo di appartenenza 3. [vedi Tab. 2]

Perché è importante?
Tutti i grandi produttori di ferramenta forzano la vendita di prodotti zincati blu passivati in alternativa a leghe che in parte con altri trattamenti superficiali continuano ad offrire. La tendenza alla tropicalizzazione passivata della ferramenta si sta riducendo a favore di trattamenti in rispetto dell'ambiente.

Nota: By heicko

AddThis Social Bookmark Button
 
Spazzole acciaio JAZ
 
Network
Tenetevi in contatto con FerramentaOnline e condividete i contenuti attraverso le più popolari piattaforme e Social Network.
RSS Feed FerramentaOnline
Canale YouTube ufficiale FerramentaOnline
Garanzie
Competenza, assistenza ed affidabilità. Oltre ad un listino prodotti assolutamente competitivo. Un servizio studiato per chi lavora!
FerramentaOnline Staff
Leggi tutti i Feedback
Le nostre Garanzie
© 1999-2016 | P.Iva 01721210308 | Tutti i componenti, marchi, nomi commerciali o aziendali, presenti o citati all'interno di questo sito appartengono ai rispettivi Proprietari e sono stati utilizzati a scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright. Maggiori informazioni